Crea sito
Logo stannis
Sito di Jeck86
 
a cura di Jeck86
 
aggiornato il 21marzo 2014
riga

F_logo

NAVIGAZIONE
Home
Narrativa e poesie
Pagina facebook
Perchè Predators è meglio di Prometheus
La moneta solubile di Silvio Gesell è la soluzione ai mali dell'Italia.
Cusplay, Pisacon, e tanti giuochi da tavolo.
Ma è il lavoro che non c'è o è la legislazione sul lavoro che fa schifo?
Sistemi magici tratti dagli anime e manga:Fullmetal Alchemist.
I centri per l'impiego, in Italia, non hanno mai trovato il lavoro a nessuno.
 
 

Perchè Predators è meglio di Prometheus

La prima cosa da capire dei film è il genere.
Alien era un film di fantascienza ma era anche un horror.
Predator era un po'fantascienza ma soprattutto era un film d'azione con diverse scene splatter.
Predators così come Prometheus, invece, sono film di fantascienza a tutti gli effetti.
Le scene d'azione sono secondarie; il vero protagonista in entrammi i films è il sense of wonder che è la materia di cui è fatta la fantascienza.
I due film ti iniziano ad un mondo altro, di cui impari, a poco a poco, alcune delle regole di base, ma molte cose restano oscure e ti lasciano con un "what the fuck" grande come una casa stampato in faccia.
E questa è la vera fantascienza.
Quando vengono aperte molte porte, ma si lascia a te, lettore/spettatore, il compito di dipanare la matassa, di rispondere alle domande.

Ciò detto, però, uno dei due films è superiore all'altro.
Molte delle domande a cui il film Prometheus non risponde sono dovute a buchi di sceneggiatura.
Prometheus deriva da un assurdo guazzabuglio di sceneggiatura che è stata pesantemente riscritta, ma diversi buchi logici sono rimasti.
Il comportamento dei personaggi è, nel migliore dei casi ambiguo (come per il robot) nel peggiore completamente assurdo ed incongruente.
L'attrice protagonista, poi, recita malissimo.
La trama stessa è assurdamente complicata: una coppia di scienziati trova, in diverse grotte del pianeta terra, dei graffiti che raffigurano, secondo loro, una mappa stellare.
I due scienziati suppongono che, tra quelle stelle, ci sia la casa dei creatori dell'umanità.
Un'astronave parte dalla terra per andare a cercare la casa dei creatori.
E questa è la parte sensata della storia, poi non si capisce più niente.
Pare che i creatori siano tutti morti, millenni prima, in circostanze misteriose.
Pare che stessero creando armi biologiche di distruzione di massa e pare che le stessero per impiegare contro la terra.
E c'è anche un robot che vuole essere Lawrence d'Arabia.
Dopo una serie di mcguffins e dei ex machina viene trovato un alieno ancora vivo.
Alla fine muoiono quasi tutti.
Si salva solo la protagonista. Giusto in tempo per il sequel.

Invece Predators ruota attorno ad una trama semplicissima che si può raccontare in due righe:
Un gruppo di mercenari, terroristi e assassini, viene rapito dagli alieni e portato su un pianeta dove gli alieni daranno loro la caccia.
A mano a mano che l'azione si svolge, alcuni misteri vengono svelati, altri vengono lasciati in sospeso, di altri si da una ragionevole spiegazione.
Il worldbuilding è ben tratteggiato, i personaggi sono profondi quanto basta (francamente non mi sarei aspettato un tale approfondimento in un film di Hollywood) e gli attori recitano bene.
E questo ultimo è un film che è costato un infinitesimo di Prometheus.


Nel complesso, darei 6 a Prometheus e 7 a Predators.

2015-05-12 6:58:21 PM

fantascienza, Prometheus, Predators, recensione

Mail
jeck86_iperp@hotmail.it