Crea sito
avatar
Sito di Jeck86
 
a cura di Jeck86
 
 
 

F_logo

NAVIGAZIONE
Home
Chi sono
Narrativa e poesie
Pagina facebook
 Perchè Predators è meglio di Prometheus
Il ritorno del Cavaliere Oscuro è una mmerda
Le argentee teste d'uovo
Tigana, il paese delle due lune
è ora on line la mia tesi triennale in fisica dei materiali.
I sistemi magici nel fantasy
 I nanotubi di carbonio.
Sistemi magici inventati da Brandon Sanderson
 Uscire dalla crisi
Le tre leggi di Sanderson
Recensione del film Interstellar di Christopher Nolan: parte prima
Recensione del film Interstellar di Christopher Nolan: parte seconda
 I centri per l'impiego, in Italia, non hanno mai trovato il lavoro a nessuno.
Sistemi magici tratti dagli anime e manga:Fullmetal Alchemist.
Ma è il lavoro che non c'è o è la legislazione sul lavoro che fa schifo?
Cusplay, Pisacon, e tanti giuochi da tavolo.
 

La moneta solubile di Silvio Gesell è la soluzione ai mali dell'Italia.





I problemi dell'italia sono due:
la disoccupazione  e l'elevato debito pubblico.

Quest'anno il debito si è attestato al 134% del prodotto interno lordo.
Un valore scandaloso che non era mai stato raggiunto prima.
Ora, è assolutamente impossibile che uno stato con un INdebito pubblico superiore al PIL riesca a ripagarlo.
Il PIL è, all'incirca, quanto guadagna un paese e, di conseguenza, i suoi cittadini.
Immaginiamo che un governo, per ripagare i debiti contratti, decida di tassare tutti i suoi cittadini al cento per cento dei loro redditi.
Ebbene, questo governo riuscirebbe, al massimo, a ottenere una quantità di denaro pari al PIL, ma avrebbe ancora da pagare gli interessi.

Il mio genere letterario preferito è il fantasy e allora, per semplificare le cose e far comprendere la situazione al mio lettore, proviamo a raccontare una favoletta.
Immaginiamo un paesaggio bucolico, agreste, tutto colline e boschi.
Immaginiamo un piccolo reame: un castello e pochi campi coltivati.
Immaginiamo che il re abbia solo dieci sudditi, tutti servi della gleba.
Il raccolto è stato abbondante, quest'anno.
Ognuno dei contadini ha venduto al mercato il proprio e ne ha guadagnato una moneta d'oro.
Ma il Re ha un forte debito da ripagare.
Ha preso 10 monete d'oro in prestito per costruire il proprio maniero.
Li ha presi in prestito l'anno scorso e si avvicina il momento di ripagare il debito.
Allora il re tassa tutti i suoi contadini per una moneta d'oro ciascuno.
Un tale governo ladro non lascia ai suoi cittadini neppure il denaro sufficiente a che si comprino un boccone di pane da mettere sotto i denti.
Il tiranno prende per se tutti i loro guadagni, senza preoccuparsi minimamente della loro sopravvivenza.
I contadini muoiono di stenti
Poi arriva l'usuraio ed il re gli restituisce le 10 monete d'oro.
Ma, nel frattempo, sono maturati gli interessi e le monete da restituire non sono più 10 ma 11.
L'usuraio spezza le ginocchia del re.

Il secondo problema dell'Italia è la disoccupazione.
Non è un problema di povertà, casomai di distribuzione della ricchezza.
C'è chi è troppo povero per spendere e chi ha molto ma preferisce metterli da parte, senza spenderli.
Ma, in una situazione del genere, l'economia non gira.
Per uscire dalla recessione, è necessario che il denaro circoli.
è necessario che la gente abbia denaro da spendere e non da accumulare.
Se la gente spende e compra, allora c'è bisogno di calzolai, sarti, baristi, tassisti ecc.
Se la gente non spende, perchè non ha abbastanza da spendere o perchè il capitale è congelato in investimenti a lungo termine, l'economia non gira e la gente è licenziata.
In uno stato che tiene ai suoi cittadini, uno stato capace e competente, in una parola, uno stato SOCIALE, la spesa pubblica rimetterebbe in moto l'economia.
Ma lo stato italiano non ha denaro da spendere a causa dell'enorme debito di cui abbiamo parlato sopra.

Ebbene, esiste una soluzione che potrebbe risolvere entrambi i problemi.
Esiste un modo per rimettere in moto l'economia, creare posti di lavoro, ridurre il divario sociale e, parallelamente, riempire anche le casse dello stato.
E questo santo graal, questa panacea di tutti i mali è la moneta deperibile di Silvio Gesell.
banconota solubile

Per spiegare bene, farò delle semplificazioni, esaminerò un caso estremo partorito dalla mia fantasia, come la favoletta del re indebitato che ho raccontato prima.
La realtà è un po'più complicata, ma funziona secondo gli stessi principi
Immaginiamo che lo stato stampi monete da 3 euro.
Queste monete, per legge, dovranno essere accettate ovunque, in tutti i negozi, banche, bar ecc.
Ma per essere accettate dovranno avere attaccato un bollino, una marca da bollo che si potrebbe acquistare nei tabacchi.
Ogni giorno dovrà essere applicata su tale moneta un bollino da 1 centesimo di euro.

Quindi vai dal tabacchino, paghi un centesimo, ricevi il bollino, lo lecchi e lo appiccichi sopra la banconota.
Che cosa è un centesimo di spesa?
Nulla per le tasche di un italiano medio.
Ma se ti dimentichi in tasca la moneta per tre giorni, le marche da bollo da comprare sono 3 e ti costeranno 3 centesimi.
Se ti scordi in tasca la banconota per un mese, le marche da bollo da comprare sono 30 e ti costano 30 centesimi.
Si tratta quindi di una moneta che perde il suo valore con il tempo.
Chi la possiede è incentivato a spenderla al più presto per acquistare beni e servizi, invece di metterla in cassaforte, giacchè, se non spesa, diventa presto carta straccia.

Una tale moneta, quindi, circolerebbe molto più velocemente di una moneta normale.
La gente sarebbe invogliata a spenderla per pagarsi un caffè, per investire il proprio denaro o semplicemente per la sopravvivenza.
Il punto della questione è che favorirebbe la circolazione dell'economia.
I negozzi chiusi riaprirebbero, i negozzi che, normalmente hanno un solo cliente, ne avrebbero a centinaia ogni giorno e dovrebbero, quindi, assumere più commessi.
I bar dovrebbero assumere più barman per stare dietro agli ordini.
L'economia si riprenderebbe velocemente e la disoccupazione scenderebbe a zero.

All'inizio dell'anno, lo stato a stampato monete da 3 euro.
A fine anno, ogni moneta si trova ricoperta da 365 marche da bollo da 1 centesimo l'una.
A questo punto, lo stato mette fuori corso le banconote da tre euro.
Le riprende ed in cambio da 3 euro in moneta.
Ogni moneta gli ha dato un ricavo lordo di 3,65 €, ma, per ricomprarla, ha speso tre euro, quindi ha guadagnato 65 centesimi da ogni banconota che ha stampato.

La domanda, a questo punto, sorge spontanea:
In cosa, la moneta solubile differisce dalle tasse.

è meglio delle tasse perchè le tasse sono recessive: lo stato toglie denaro alla circolazione e fa, quindi, ristagnare i commerci, mentre la moneta solubile favorisce gli scambi.
Ed è meglio delle tasse perchè crea denaro dove prima non c'era denaro, quindi non toglie a nessuno, ma dona e basta.

La moneta solubile ha anche dei lati negativi:
A pagare la marca da bollo non sono neccessariemente i più ricchi, ma coloro che hanno in mano la banconota alla fine della giornata, che saranno, prevalentemente, lavoratori salariati, e piccoli negozianti.
Per contro, tale imposizione non tocca minimamente i grandi patrimoni congelati nelle banche.
Si tratta quindi di una tassa che va a pesare prevalentemente sulle fasce meno abbienti.
Ma la mia teoria è che l'aumento dei commerci vada a compensare questo effetto negativo.
è vero che sarà un prelievo fatto contro i negozianti, ma sarà compensato dall'aumentato volume di affari.
è vero che i lavoratori dovranno pagare un centesimo al giorno, ma è sempre meglio della disoccupazione.

I grandi patrimoni ne saranno toccati marginalmente, ma questo dipende da quanta moneta solubile si farà circolare.
Se si stamperà proprio tantissima moneta solubile, è inevitabile che essa finisca anche in mano di chi ha redditi maggiori ed in maggior quantità, quindi essi dovranno comprare anche un maggiore quantitativo di marche da bollo.

Questa politica monetaria concilia crescita e occupazione ad una seria restituzione del debito.
Lo stato ottiene la possibilità di stampare banconote, ma la moneta principale resta l'euro e ciò non intacca l'unione monetaria.

Credo che, come minimo, dovrebbe essere sperimentata.
Se non funziona, dopo un paio danni, si può ritirare tutte le banconote da 3 euro e tornare a piangere miseria...
...come adesso.

2016-01-20
6:40:49 PM

Parole chiave: Moneta solubile di Silvio Gesell, stato, denaro, euro, debito, marca da bollo, disoccupazione, occupazione.

Mail
jeck86_iperp@hotmail.it

La mia tesi triennale in fisica dei materiali è acquistabile on line all'indirizzo: