Crea sito

Avatar
Sito di Jeck86
 
a cura di Jeck86
 
 
 

F_logo

NAVIGAZIONE
Home
Chi sono
Narrativa e poesie
Pagina facebook
 Perchè Predators è meglio di Prometheus
Il ritorno del Cavaliere Oscuro è una mmerda
Le argentee teste d'uovo
Tigana, il paese delle due lune
è ora on line la mia tesi triennale in fisica dei materiali.
I sistemi magici nel fantasy
 I nanotubi di carbonio.
Sistemi magici inventati da Brandon Sanderson
 Uscire dalla crisi
Le tre leggi di Sanderson
Recensione del film Interstellar di Christopher Nolan: parte prima
Recensione del film Interstellar di Christopher Nolan: parte seconda
 

I centri per l'impiego, in Italia, non hanno mai trovato il lavoro a nessuno.


Apparte agli impiegati che ci lavorano dentro.

 
Renzie
 
L'anno scorso, mi sono laureato ed ho iniziato l'estenuante ricerca di un impiego.
Per oltre un anno, ho cercato e cercato e non ho trovato un solo posto di lavoro.
Sono stato anche iscritto al programma Garanzia Giovani, che prometteva di trovare a tutti i giovani di età inferiore ai 28 anni un impiego.
Un'altro dei provvedimenti-spotttoni elettorali del goverro Renzie.
L'idea, per nulla assurda, in teoria, era quella di fornire generosi incentivi alle aziende che reclutavano giovani, così da rendere molto vantaggiosa la loro assunzione.
Per tutto il tempo che sono stato nel programma garanzia giovani, il governo non ha stanziato un solo centesimo.
Poi il periodo è scaduto e io non ho trovato manco uno stage non retribuito.
Solo adesso, pare che questi incentivi comincino ad essere sborsati.
 
garanzia giovani
è una cagata pazzesca!

Bazzico molto il centro per l'impiego della mia città, dove è possibile dare un'occhiata alle offerte di lavoro e candidarsi per eventuali posizioni.
In particolare lo bazzico per le offerte di stage non curricolare.
Lo stage non curricolare è un lavoro che di solito dura dai 6 mesi ad un anno.
L'azienda che ti assume, ti insegna un mestiere e, in cambio, ti paga pochissimo, 500 € al mese.
La regione toscana, in caso di stage non curricolari, prevede degli incentivi economici molto forti per le aziende.
Dei 500 €, l'azienda si trova a pagare poco più di 200 € un lavoratore, perchè 300 € ce li mette la regione.

Francamente non so che pensare sugli stage.
Da un lato, poichè il percorso scolastico non ti aiuta per niente nel mondo reale, l'idea che qualcuno ti insegni un lavoro, un lavoro vero, è un'ottima idea.
Ma dall'altro lato, ho un po'il timore che questi stage vengano usati solo per pagare di meno la manodopera.
Ma nonn sarebbe meglio incentivare i contratti a tempo indeterminato che offrono maggiori garanzie ai lavoratori?
Che bisogno c'è di incentivare ulteriormente un contratto che è già vantaggioso per l'azienda e che non offre nessuna garanzia per il futuro al lavoratore?

- Piuttosto che niente è meglio piuttosto - Diceva il saggio ed io sono dispostissimo a fare stage in qualunque campo.
Sono andato all'ufficio preposto del centro per l'impiego, con tre offerte di lavoro che mi sentivo di poter svolgere, perchè, secondo me, non erano al di sopra delle mie possibilità:
programmatore nei linguaggi javascript e html
commesso in un negozio di scarpe
operaio
Presento la prima domanda e l'impiegata mi guarda dall'alto in basso e mi fa:
 - Lei vorrebbe lavorare come programmatore? -
 - è un lavoro dignitoso come un altro ed io ho necessità di lavorare - rispondo io
 - Quindi lei ha una laurea in informatica o ingegneria informatica. -
 - No, ma conosco questi due linguaggi di programmazione, perchè ho fatto un corso professionale di programmatore per il web. -
 - Il lavoro di programmatore è solo per chi ha una formazione di tipo informatico. -
Allora presento la seconda domanda.
 - Lei ha una laurea in economia? -
 - No. -
 - Ha almeno un diploma di ragioniere? -
 - No, perchè? -
 - Questo impiego può essere ricoperto solo da persone che hanno un curriculum di indirizzo economico: diploma di ragioniere o laurea in economia. -
 - Per vendere delle scarpe? -
 - Esattamente. -
Sottopongo la terza domanda sapendo già come sarebbe andata a finire.
 - Lei ha un diploma di scuola professionale? Perchè questo lavoro può essere ricoperto solo da persone con un diploma professionale. -
 - No. - Le rispondo, mentre le palle mi girano a elica. - Non ho un diploma professionale. Ho una laurea in fisica e penso che, se capisco la meccanica quantistica, sarò anche in grado di fare l'operaio e di vendere un paio di scarpe, non crede? -
 - Questo impiego può essere ricoperto solo da persone che hanno un diploma di scuola professionale. -
 - Ma per quale motivo? è un tirocinio non curriculare. Il curriculum di una persona non dovrebbe avere niente a che fare con il lavoro. Si chiama stage perchè l'azienda ti insegna un lavoro ed è per questo che ricevono tutti quegli incentivi economici. -
Ma la signorina è stata irremovibile.

I centri per l'impiego, in Italia, non hanno mai trovato il lavoro a nessuno.
Apparte agli impiegati che ci lavorano dentro.
E forse sarebbe il caso di ricordare loro che sono pagati per trovare a me un impiego.
Se non ci riescono, significa che non sanno fare il loro lavoro e che dovrebbero lasciare il posto a chi lo sa fare.

Vorrei scusarmi con gli operai e con i commessi di negozi di scarpe.
Non è vero che se uno sa la mecanica quantistica ha idea di cosa sia un tornio, ma vi prego di credere che ero molto alterato.
 
2015-08-14
8:55:07 PM
parole chiave: lavoro, stage non curricolare,  diploma, impiego professionale, incentivi economici, laurea, giovanisì, garanzia giovani, offerte di lavoro, centri per l'impiego, curriculum.

Mail
jeck86_iperp@hotmail.it

La mia tesi triennale in fisica dei materiali è acquistabile on line all'indirizzo: