Crea sito

 

Logo stannis
Sito di Jeck86
 
a cura di Jeck86
 
 
 

F_logo

NAVIGAZIONE
Chi sono
Narrativa e poesie
 Perchè Predators è meglio di Prometheus
Il ritorno del Cavaliere Oscuro è una mmerda
Le argentee teste d'uovo
Tigana, il paese delle due lune
è ora on line la mia tesi triennale in fisica dei materiali.
I sistemi magici nel fantasy
 I nanotubi di carbonio.
 

Le tre leggi di Sanderson

 

Gandalf, il bianco

 

Anche oggi parliamo di Fantasy.
E, in particolare, delle tre leggi di Sanderson.

Brandon Sanderson, innovativo autore fantasy, ha stabilito una serie di regole che è bene tenere presenti, quando si scrive un romanzo fantasy con la magia.
Già, perchè esistono anche romanzi fantasy che sono quasi privi di magia.

La prima legge di brandon Sanderson afferma che:
La capacità dell'autore, di risolvere in modo soddisfacente i conflitti fra personaggi tramite la magia, è direttamente proporzionale al modo in cui il lettore è messo in grado di comprendere il funzionamento della suddetta magia, nel contesto della narrazione.

Che significa?

Immaginiamo che io stia scrivendo Il signore degli anelli.
Gandalf Muore alla fine de "La Compagnia dell'Anello", ma mi serve che resusciti a metà di "Le due torri".
Ho necessità di usare la magia per creare un deus ex machina.
Se lo calo dal cielo e dico solo "è un miracolo", il lettore si sente preso per i fondelli.
Ma se spiego fin dall'inizio che Gandalf non è un semplice stregone; che in realtà è un  Maiar, un dio minore della terra di mezzo, in forma umana.
Se racconto che esistono altri dei, in Arda, potenti quanto Sauron, ma dalla parte dei buoni.
Se spiego tutto questo fin dall'inizio, il lettore non si sentirà preso in giro ma dirà: "Quadra tutto!"

Però non resterà a bocca aperta per lo stupore.
Non ci sarà più sense of wonder.

Se vuoi che il deus ex machina magico non sembri tirato per i capelli, devi spiegare come funziona la magia fin dall'inizio, ma così facendo il lettore perderà in stupore.
Se invece non spiego come funziona la magia, il lettore resterà più sorpreso quando accade un colpo di scena magico, ma rischia di sembrare una forzatura.

Naruto ha sigillato nella pancia il demone della volpe a nove code.
Quando Naruto si incaxxa Naruto si trasforma in volpe.
è matematico, ma che palle.

Naruto volpe a nove codeInvece io non dico a nessuno che la volpe è sigillata nella pancia di Naruto.
I nostri eroi vanno in missione, ne toccano, Sasuke sta per morire, ma...
...che succede?
Naruto lo salva...ed è mezzo volpe.
Ma cosa sta succedendo?
Si vabbè', però è un po'esagerato, così.
Proprio quando tutto si metteva per il peggio, ecco il solito colpo di scena che salva la situazione.

Questa all'incirca è la prima legge di Sanderson.
 

 


La seconda legge di Sanderson afferma che:

I limiti della magia devono essere maggiori dei poteri.
In altre parole, se il protagonista è onnipotente, non è interessante.

Janos era il più grande mago del mondo.
Un orco gli rubò la fidanzata.
Ma Janos, con un colpo di bacchetta, uccise l'orco e teletrasportò a casa la sua fidanzata.
Fine.

Grande Capo Estiqaatsi

ESTIQAATSI pensa che una storia del genere non è molto interessante.

Per creare una bella storia il cattivo deve avere più potere del protagonista, gli ostacoli per l'eroe devono essere maggiori della sua magia, se ne ha.

Janos ha un solo superpotere: la vista a raggi x.
L'orco, invece, ha la superforza, il soffio congelante, vola, e sputa fuoco.
Riuscirà Janos a sconfiggere l'orco?

Oppure:
Janos ha il super potere del volo, ma funziona solo di notte, nei giorni dispari, se la sera prima ha piovuto e se Janos ha mangiato popkorn a colazione.
L'orco ha la superforza e la telepatia.
Chi vincerà?

Queste sono storie di cui, forse, mi piacerebbe leggere, perchè rappresentano una vera sfida per il nostro protagonista.

 

La terza legge di brandon sanderson afferma che è meglio espandere ciò che si ha già prima di creare qualcosa di nuovo.
In questo mondo i maghi possono trasformare il fango in diamanti, con quali conseguenze?
Quale sarà il valore dei diamanti al mercato?
E quello del fango?
Le corone dei re saranno piene di gemme? o in testa porteranno un vaso pieno di terra?

 

fabbricanti di universiIo, personalmente, non sono tanto daccordo con questa terza legge.
Nei libri di Philip José Farmer, per esempio, si continua a gettare carne al fuoco saltando continuamente di palo in frasca e sono libri fantastici.
Il protagonista passa da un'ambientazione ad un altra, da un universo all'altro, da un mistero all'altro, lasciando tutto in sospeso.
Dopo un po', l'autore si stanca pure del protagonista e lo cambia con un altro.
Del primo protagonista non si saprà più nulla.

Fabbricanti di universi:
 libro 1 capitolo 1-
 eden, satiri, ninfe, sirene, un mare di acqua dolce.
 capitolo 2-
 indiani, praterie, pantere ombra, centauri.
 capitolo 3-
 castelli, draghi, duelli, cavalieri teutonici contro antichi persiani contro ebrei.
 libro 2-
 un mondo d'acqua, un mondo di ghiaccio, un uomo tricheco, conigli che saltano avanti e indietro nel tempo, isole volanti.
Il tutto ad un ritmo velocissimo.

 

Poi, già che siamo qui e che mi avanza un po'di spazio, piazzo anche la prima legge di Tyler:
"Se, nel fare qualcosa, l'energia che trai dalla tua magia è più a buon mercato di quella di un mulo, l'economia medievale del tuo universo fantasy va semplicemente a farsi benedire."

Se la magia in questo universo permette di volare, perchè vanno tutti a cavallo?
Attenzione (!) perchè opere di fantascienza di grandi autori sono cadute su questo punto.
Mi viene in mente il ciclo di Gor di John Norman o il ciclo letterario di Barsoom di Edgar Rice Burroughs.
Sul pianeta Tale, la gente ha le navi volanti ed i laser, ma combattono a cavallo con le spade.
Spezza completamente la sospensione dell'incredulità.

P.S.Scrivo questo blog e parlo di fantasy perchè è il genere letterario che leggo.
Le considerazioni che faccio e le domande che mi pongo sono da appassionato, non da esperto in materia.

 

 

2014-11-07 02:39:23

fantasy, leggi di brandon sanderson, deus ex machina, risoluzione dei conflitti, magia, funzionamento della magia, sense of wonder, limiti maggiori dei poteri, cattivo forte, eroe debole, espandere prima di creare cose nuove, prima legge di Sanderson, seconda legge di Sanderson, terza legge di Sanderson, legge di Tyler, Gandalf, signore degli anelli, la compagnia dell'anello, le due torri, Naruto, Philip José Farmer, fabbricanti di universi, Gor, John Norman, Barsoom, Edgar Rice Burroughs.

 

Mail
jeck86_iperp@hotmail.it

La mia tesi triennale in fisica dei materiali è acquistabile on line all'indirizzo: